OCCUPAZIONE SUOLO PER TRASLOCO

IN CHE COSA CONSISTONO:
Le occupazioni di spazi ed aree pubbliche sono di vario tipo:
-    permanenti quando sono effettuate con durata non inferiore all'anno;
-    temporanee se effettuate per una durata inferiore all'anno;

Le occupazioni di spazi ed aree pubbliche sono soggette al pagamento di una tassa e dei vari oneri da versare per i vari bolli. Di solito ce la si cava con due marche da bollo € 14,62 + la tariffa che è diversa a seconda della grandezza di area che ci serve per il nostro trasloco. La tassa viene infatti determinata in base alla superficie occupata, espressa in metri quadrati o in metri lineari. Le occupazioni inferiori alle 6 ore sono esenti da tariffa.

Le occupazioni realizzate su tratti di strade statali o provinciali che attraversano il centro abitato di comuni con popolazione superiore a diecimila abitanti sono soggette all'imposizione da parte dei comuni medesimi.


La tassa è dovuta e pagata al comune o alla provincia dal titolare dell'atto di concessione o di autorizzazione o, in mancanza, dall'occupante di fatto, anche abusivo, in proporzione alla superficie effettivamente sottratta all'uso pubblico nell'ambito del rispettivo territorio.

I riferimenti legislativi che curano l’occupazione di suolo pubblico sono i seguenti:
- art.27, comma 3, del Codice della Strada
- D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507;
- D.Lgs. 28 dicembre 1993, n. 566;
- L. 28 ottobre 1994, n. 596;
- L. 29 marzo 1995, n. 95;
- L. 28 dicembre 1995, n. 549;
- L. 25 marzo 1997, n. 77;
- L. 15 maggio 1997, n. 127.

COME FARE PER LA RICHIESTA:
Per scaricare la modulistica necessaria alla richiesta di occupazione di suolo pubblico per trasloco basta connettersi al portale del proprio comune e digitare nell’area di ricerca la parola chiave “occupazione suolo” (scegliete quella inferiore alle 6 ore che è esente da tariffa). La maggior parte dei comuni italiani, è dotata di documentazione digitali da scaricare, per l’altra parte dovrete informarvi telefonicamente al centralino del comune.

QUANDO DEVO CHIEDERE I PERMESSI DI OCCUPAZIONE SUOLO?

Sono soggette alla tassa di occupazione di suolo pubblico attività di qualsiasi natura effettuate nelle strade, nei corsi, nelle piazze o sui beni appartenenti al demanio o al patrimonio di comuni e province. La tassa si applica anche alle occupazioni fatte su suolo privato ma che costituiscono servitù di pubblico passaggio.

IL TERMINE DI LEGGE PER OTTENERE UNA RICHIESTA DI SUOLO PUBBLICO E’ DI UN MINIMO DI 30 GIORNI, che possono variare da comune a comune. Sotto i 15 giorni difficilmente riuscirete ad ottenere i permessi.


Traslochi nazionali, internazionali con collaboratori di zona